Autore

vedisotto


Avvocato Bellomo: Nessun obbligo di sottoscrizione di un nuovo contratto incombe all’utente del Servizio idrico
Evidenza, FRANCAMENTE

Avvocato Bellomo: Nessun obbligo di sottoscrizione di un nuovo contratto incombe all’utente del Servizio idrico

Avvocato Linda Bellomo

Invero, sino ad oggi il nostro Gestore, Girgenti acque s.p.a., ha gestito il servizio idrico in virtù di vecchi contratti stipulati tra il Comune e i Cittadini, contratti ceduti dal primo al secondo ottemperando agli obblighi nascenti dalla Convenzione di Gestione del Servizio Idrico Integrato compreso degli allegati, stipulata il 27 novembre 2007 tra la già A.T.O. di Agrigento e la Girgenti Acque s.p.a.

Quindi da ben nove anni, Girgenti acque è in fatto e in diritto il nostro gestore del servizio idrico, emette le bollette e ne intima il pagamento oltre a tutti gli altri servizi.

imagesM310SSL8Dal mese di febbraio 2006 inaspettatamente Girgenti acque s.p.a. ha iniziato a pretendere la sottoscrizione, non già di una integrazione al contratto tutt’ora vigente, ma la sottoscrizione di un nuovo contratto che in nessuna parte richiama il precedente, né lo annulla!!! Detto tentativo è fallito giacchè nessuna norma impone all’utente di sottoscrivere un nuovo contratto in aggiunta a quello precedente per la gestione dello stesso rapporto!

Non riuscendo in pieno nell’intento, dal 27.10.2017 Girgenti acque ha inserito nel regolamento di utenza l’art 2.6.1.,  in forza del quale  a mezzo dei propri operatori insiste nella sottoscrizione da parte dei propri utenti di un secondo contratto.

Leggendo attentamente l’art. 2.6.1., ci si accorge che questo non si riferisce ai “vecchi” utenti di Girgenti acque che ben da 9 anni ricevono le bollette senza avere un servizio adeguato a quanto previsto dalla stessa Convenzione, ma agli aspiranti utenti o a chi proviene da altro gestore, cioè per intenderci a chi sino ad oggi ha ricevuto bollette da altro gestore!

Attenti a non cadere nella trappola della necessità della sottoscrizione del nuovo contratto a causa dell’installazione del misuratore idrico, teoria mal palesata dagli operatori di Girgenti acque attraverso una diversa interpretazione dell’articolo inserito ad hoc nel regolamento in data 27.10.2017, giacchè detta installazione rientra tra gli obblighi (tra tutti anche l’erogazione h24) previsti in capo a Girgenti acque dalla Convenzione, la stessa convenzione che con la cessione o voltura dei contratti ci ha resi purtroppo suoi utenti!! In caso di installazione dei misuratori idrici l’unico cambiamento dovrà essere l’indicazione della bolletta: non più bolletta a forfait, ma bolletta a misura!! Il nuovo contratto sottoscritto dai già utenti, farebbe vivere due contratti per la gestione dello stesso rapporto (il numero di utenza infatti rimane lo stesso), contrasterebbe con la convenzione e con la normativa contrattuale vigente!

Concludendo, nessun obbligo alla sottoscrizione di un nuovo contratto incombe agli utenti giacchè il rapporto col gestore è sorto in virtù del contratto ceduto dai Comuni alla società affidataria e tutt’oggi vigente.

Si spera solo in un’analisi costruttiva a tutela dei diritti degli utenti da parte di chi ha il dovere di intervenire: non più parole, ma fatti!!


Stampa articolo
10 febbraio 2018

Autore

vedisotto


Lascia un commento