Autore

vedisotto


Il Gruppo Misto ad Anna Alba: “Nel palazzo si gioca a nascondino”
FRANCAMENTE

Il Gruppo Misto ad Anna Alba: “Nel palazzo si gioca a nascondino”

Vergognoso il comportamento degli amministratori comunali di Favara che sconoscono il rispetto istituzionale imposto dal loro ruolo. Dopo il ritardo nell’approvazione del bilancio, che abbiamo denunciato con nota scritta al Presidente del Consiglio Comunale, portata a conoscenza del Sindaco, ci aspettavamo che quest’ultimo o l’assessore al ramo relazionassero sulla tempistica del documento, ma il loro assordante silenzio ha dimostrato come l’assessore che trova nel Sindaco “il suo protettore”, può permettersi di offendere la Città, dove peraltro  non vive nemmeno…

E mentre il Sindaco fa passerella o si limita a leggere copioni scritti da altri, rimangono irrisolti i tanti problemi. Un elenco lungo, a dire il vero: la messa in sicurezza delle strade, la manutenzione alle scuole, il servizio idrico, la viabilità, i contrattisti, i loculi insufficienti, il servizio di nettezza urbana, l’evasione fiscale, i debiti fuori bilancio che “spuntano come funghi” e per concludere la recente stoccata delle bollette Tarsu.

Su quest’ultimo argomento il Sindaco tace e non dà risposte. Da un lato le lamentele e i malumori della gente, dall’altro il rimpallo di responsabilità tra gli addetti ai lavori; unico dato certo è l’autentica “figuraccia” dell’Amministrazione, nonchè l’atteggiamento vessatorio nei confronti dei cittadini.

Questi e tanti altri disastri accadono in Città mentre nel “Palazzo” si gioca a nascondino e … “spariscono”  documenti indirizzati ai gruppi consiliari. È  chiaro che la motivazione non può che essere quella di impedire ai consiglieri di conoscere fatti e notizie. Forse per ridurre al silenzio le opposizioni?

Improvvisazione o incapacità politica?

Delle due, l’una: o ci troviamo di fronte a degli improvvisati,  inesperti e superficiali amministratori o peggio ancora questi hanno assunto il peso di un incarico che forse non sono  in grado di reggere e dovrebbero fare un passo indietro. Che sia l’una o l’altra, per quanto ci riguarda non permetteremo ad alcuno di mortificare il ruolo di Consiglieri Comunali, chiamati a dare risposte ai cittadini di Favara che, fino ad oggi, hanno visto l’Amministrazione Alba mettere un paese in ginocchio.

Un’Amministrazione che ha tentato di svilire ed impoverire il ruolo del Consiglio Comunale; che con modi antidemocratici ha provato a rendere il confronto  impossibile; che, cercando di togliere la parola alle opposizioni e omettendo di rispondere alle loro interrogazioni, ha dimostrato una certa incapacità a reggere il contraddittorio. A ciò si aggiungono l’incapacità e l’ignoranza politica di un Sindaco che ha trasformato le sedute di consiglio comunale in un teatro: proposte di delibere “copia e incolla”, documenti mancanti e tutta una serie di “errori” che rendono ogni seduta una “farsa”.

Siamo stanchi di tutto ciò.

Dopo avere giocato a fare il sindaco, Anna Alba e il “Suo” gruppo  che non ha più nulla da dare a questo Paese, la smetta di fare il muto e inizi a rispondere alle questioni importanti che Le abbiamo posto. Vorremmo, fra tutte, che ci risponda sulla richiesta di revoca in autotutela dell’Ecoface che, per magia, in quel  Palazzo che dicevamo si gioca a nascondino, è stata “scoperta” e portata a nostra conoscenza dopo ben due mesi.

E’ forse legata alle dimissioni del “Suo” vice sindaco ???

Privata del suo Vice Sindaco con delega ai servizi di pubblica utilità (proprio nel momento in cui la questione idrica diventa emergenza e la problematica dei rifiuti riesplode sia nell’ambito dello smaltimento che per quanto concerne la copertura dei costi) e finita sotto tutela dell’assessore Grottese al bilancio, sempre più Governante del comune di Favara, viene da chiedersi: a chi risponde oggi il Sindaco? Ai favaresi che l’hanno eletta o a un oscuro disegno che utilizza i favaresi come una povera tavolozza sulla quale far quadrare a ogni costo il cerchio da cui trae origine? Di chiacchiere ne abbiamo già sentite abbastanza, ora aspettiamo i fatti !

I Consiglieri del Gruppo Misto

Marilì Chiapparo, Rossana Castronovo,Vito Maglio 


Stampa articolo
12 marzo 2018

Autore

vedisotto


Lascia un commento