Pagano: “Via dall’euro, tassazione al 15%, nuove politiche migratorie per la rinascita della Sicilia”

Il movimento di Salvini si insedia anche ad Agrigento. Sabato mattina si è svolta nella città la presentazione del nuovo direttivo provinciale. A presiederlo in qualità di commissario straordinario è Alessandro Pagano, deputato nazionale, coordinatore e delegato da Salvini alle organizzazioni del partito nella Sicilia occidentale.

“Si chiama Lega dei Popoli-Noi con Salvini – ha spiegato Pagano – proprio perché il valore della identità e dell’autonomia è alla base di questo progetto che da anni Matteo Salvini sta costruendo in tutta Italia. Vogliamo mettere in risalto le specificità dei singoli territori e dei popoli e difenderli dalla tecnocrazia di Bruxelles”. All’incontro hanno preso parte decine di esponenti locali del nuovo movimento.

“Stiamo portando avanti – ha proseguito Pagano – la volontà di rafforzare i nostri principi e i nostri ideali. Che sono: rispetto della persona, difesa della famiglia, formata da un uomo e una donna, e della sacralità della vita; stop all’invasione dei clandestini, studiata a tavolino da parte di chi vuole farci diventare provincia di una nuova dittatura islamica e che costa ai cittadini 4,5 miliardi di euro l’anno. E ancora, sovranità monetaria, via dall’euro, No a questa Europa tecnocratica che sta uccidendo il ceto medio e le piccole e medie imprese, facendo letteralmente scomparire ad esempio gli agricoltori e i pescatori, il tutto nel silenzio del governatore Crocetta; meno tasse con una flat tax al 15 per cento”.

Pagano ha quindi spiegato il ruolo che la Lega, fuori dai territori tradizionali, intende assumere aggiungendo che un occhio di riguardo è destinato “ai giovani, il nostro capitale umano che è stato dilapidato per colpa di miopia e politiche scellerate da parte dei vari governi eterodiretti: ogni anno 110mila italiani, di cui molti giovani e laureati, vanno all’estero. In compenso ci sono 60mila nati in meno, quanto la città di Agrigento, e facciamo arrivare 500 mila migranti per il 90% clandestini. La Sicilia è diventata terra di conquista dello straniero, terra di povertà, con la disoccupazione giovanile alle stelle, il reddito pro capite la metà della Lombardia nonostante i falsi proclami del Pd”.

In questa sfida Pagano ha chiamato a rappresentare il partito ad Agrigento persone della società civile che quotidianamente svolgono la loro attività come consulenti, avvocati, commercianti, imprenditori professionisti, studenti, “tutte persone – ha sottolineato il neo commissario provinciale della Lega – che hanno dimostrato di avere successo, nei loro settori, personaggi di spessore e che nel nuovo ruolo sociale vogliono contribuire a far risvegliare il popolo e farlo reagire rispetto alle volontà di quei poteri forti nazionali e internazionali che hanno deciso per sporchi interessi personali di uccidere la nostra economia, la nostra identità  il nostro futuro. Grazie alla Lega e a Salvini riparte alla speranza. Tutto il popolo è chiamato. Stiamo preparando le classi dirigenti di chi ci deve rappresentare nei prossimi difficili anni. Nessuno si tiri indietro”.

Ad affiancare il commissario straordinario On. Alessandro Pagano è stato nominato un direttivo provinciale. In questa prima fase e in maniera assolutamente aperta anche ad altri esponenti che vorranno aderire sono stati chiamati: Salvatore LiottaAndrea Buongiorno; Salvatore Picciotto; Raffaele Sanso; Angelo Di Naro; Sergio Burgio; Salvo Nicolosi; Vincenzo Graci; Stefano Soldano; Angelo Nicastro; Vincenzo Piscopo; Mari Buzzetta; Alfonso Varchica; Giuseppe Palermo.