Autore

sop


LED E CANONE PIU’  CHE DIMEZZATO NELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE
Dai Comuni, Evidenza, Naro

LED E CANONE PIU’ CHE DIMEZZATO NELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE

Puntare a far risparmiare l’utenza è la scommessa delle amministrazioni comunali virtuose. Dopo anni di spesa incontrollata regolarmente caricata sul contribuente ormai schiacciato dal significativo carico di tasse e imposte, si inizia la fase del risparmio, così come da tempo avviene nelle famiglie.

A Naro si inizia a risparmiare innovando gli impianti di pubblica illuminazione.

Nel Comune di Naro: l’Enel Sole, ditta concessionaria del servizio, ha adeguato i prezzi del canone alle condizioni della convenzione  CONSIP del servizio luce; così il canone annuale scende, con decorrenza retroattiva (primo luglio 2017), da 648 mila  a 250 mila euro.

L’impianto inoltre verrà tutto ristrutturato con la sostituzione dei bracci dei pali a muro non più funzionali e con la sostituzione degli apparecchi di illuminazione con nuovi apparecchi a tecnologia led (Light Emitting Diode).

La tecnologia led riguarderà l’intero sistema della pubblica illuminazione comunale e consegue alle politiche di efficienza energetica che permetteranno  un consistente risparmio di energia elettrica e quindi sensibili benefici in termini ambientali ed economici.

La concessione in appalto del servizio di pubblica illuminazione all’ENEL Sole è avvenuta a trattativa privata nell’anno 2002 e negli ultimi tempi era insorto un contenzioso tra Comune e società concessionaria. Adesso, si è pervenuti ad un accordo transattivo i cui effetti cominciano già a vedersi.

Sindaco Lillo CremonaL’ intervento di riqualificazione – a parlare è il sindaco di Naro, Calogero Cremona – con illuminazione a led è stato già avviato e interesserà tutte le vie del centro abitato.

E’ un intervento molto  positivo, oltre che dal punto di vista dell’efficienza energetica ed economica, anche dal punto di vista della qualità del servizio offerto ai cittadini.  La nuova illuminazione a led consentirà infatti una migliore e più viva illuminazione delle strade e delle piazze.

Ma la cosa più importante è l’aver ottenuto dalla società concessionaria la consistente riduzione del canone annuo, adeguandolo ai prezzi Consip e ridando così fiato al bilancio comunale”.

 

 

                                                                                          

 

 

5 dicembre 2017

Autore

sop


Lascia un commento