Con la pioggia e con il sereno non ci salviamo da un poco adeguato servizio idrico.

Rischiamo di annegare sotto la pioggia incessante, le nevicate e gli alluvioni, intanto l’acqua non arriva, come dovrebbe, nelle abitazione delle utenze gestite da Girgenti acque.

L’azienda di Marco Campione fa sapere di essere stata  informata da Siciliacque S.p.A “in merito ad un guasto dell’acquedotto Fanaco. Tale guasto ha provocato un’interruzione della fornitura idrica ai Comuni di: Campobello di Licata, Ravanusa, Canicattì e Casteltermini. Inoltre, si registra una riduzione della fornitura ai Comuni serviti dal Partitore di Aragona: Agrigento, Porto Empedocle, Favara, Comitini ed Aragona. Tale circostanza  comporta inevitabilmente dei disservizi agli Utenti, con slittamenti dei turni idrici di distribuzione”. Questo, dicevamo, il contenuto del comunicato di Girgenti acque, l’ultimo, in ordine di tempo, preceduto da altre note che informavano l’utenza su una presunta emergenza idrica dovuta, dicono loro, alla scarsa piovosità, nel frattempo, sul territorio si sono abbattute consistenti nevicate e piogge.

Adesso, responsabile dei disservizi è un guasto. Come dire, con la pioggia e con il sereno non ci salviamo da un poco adeguato servizio idrico. Sembrerebbe, ad ogni modo, che i più “asciutti” siano i politici, asciutti, ovviamente, negli interventi.