Autore

vedisotto


Salvatore Licata: “Dobbiamo continuare a difendere il nostro mare e il nostro ambiente”
FRANCAMENTE

Salvatore Licata: “Dobbiamo continuare a difendere il nostro mare e il nostro ambiente”

Salvatore Licata – Comitato “ Difendi Licata No Peos”  

Speravamo che con la sentenza del Tar Sicilia del 3 novembre u.s. si potesse considerare chiusa la vicenda della realizzazione di un Parco Eolico Off  Shore composto da 38 pali, a due miglia dal bagnasciuga antistante il Castello di Falconara nel Golfo di Gela. Non è così.

tony-licata-ridimensionataLa proponente, Mediterranean Wind Off Shore, ha presentato appello presso il CGA di Palermo per cui si dovrà continuare a combattere per proteggere il nostro mare. Non è bastato che il Tar Sicilia ci ha dato ragione su tutti i punti presentati dal Coordinamento No Peos tramite lo studio legale Polizzotto. Non è bastato che sono già trascorsi dieci anni dal momento della presentazione della richiesta ai Ministeri dell’Ambiente e alle Infrastrutture. Non è bastato che i termini di legge previsti per la realizzazione dell’ opera sono già abbondantemente superati. Non è bastato che è tuttora in corso una istruttoria da parte della Commissione Europea, da noi sollecitata, per l’ accertamento di infrazione ad una direttiva emanata dalla stessa (direttiva Habitat ), a protezione della Biodiversità e dell’ avifauna migratoria.

Malgrado tutto ciò ci stanno conducendo davanti al CGA della Regione Sicilia. Bene , ciò significa che dovremo trovare altre e più corpose ragioni per proteggere il nostro mare, la nostra Biodiversità, il nostro patrimonio culturale ed archeologico ed il nostro Territorio.


Stampa articolo
4 gennaio 2018

Autore

vedisotto


Lascia un commento