Autore

joseph.zambito


impianti di compostaggio, contributi per i Comuni
Politica

impianti di compostaggio, contributi per i Comuni

Pubblicato sulla GURS  del 12/04/2019 il bando relativo all’Azione 6.1.1 del PO FESR Sicilia  dal titolo “Realizzare le azioni previste nei piani di prevenzione e promuovere la diffusione di pratiche di compostaggio domestico e di comunità”, avviso pubblico per la concessione di agevolazioni in favore di Comuni, anche nelle forme associative regolarmente costituite (Ambiti di Raccolta Ottimali), per il sostegno alle attività di compostaggio di prossimità dei rifiuti organici. Ricordiamo che la bozza del bando era stata pubblicata a settembre 2018.

Le istanze per i contributi dell’ azione 6.1.1 , corredate della prescritta documentazione, andranno presentate a mezzo PEC ai competenti uffici del Dipartimento Acqua e Rifiuti entro l’11 giugno 2019.

La dotazione finanziaria del presente avviso è pari a 16.104.160,16 euro. L’azione 6.1.1 prevede un contributo finanziario in conto capitale pari al 100% dei costi totali ammissibili.

Possono partecipare al presente avviso i Comuni della Regione Siciliana, anche nelle loro forme associative regolarmente costituite al momento della presentazione dell’Istanza, ARO (Ambiti di Raccolta Ottimali).

II contributo concedibile per ciascun Ente beneficiario, non deve superare, indipendentemente dal numero di impianti oggetto dell’istanza i seguenti limiti, parametrati alla dimensione demografica dell’Ente beneficiario, misurata quale ma delle popolazioni di ogni comune associato:

  • 350.000,00 fino a 5 mila abitanti;
  • 800.000,00 fino a 25 mila abitanti;
  • 1.200.000,00 fino a 100 mila abitanti;
  • 1.500.000,00 oltre 100 mila abitanti.

compostiera-bisIl contributo concedibile, per singolo impianto, non può superare l’importo di 220.000,00 con apparecchiature elettromeccaniche (fino a 130 tonnellate) e di 180.000,00 nel caso di impianti statici
(fino a 80 tonnellate).

Sono ammissibili al contributo l’acquisto ed I’installazione di compostiere elettromeccaniche o statiche per il trattamento della frazione organica di piccola scala, le strutture ausiliarie connesse alla installazione e gestione delle summenzionate apparecchiature e gli eventuali interventi di adeguamenti di strutture esistenti necessarie al funzionamento delle stesse.

Previsto anche per er il funzionamento degli impianti sono finanziabili, altresì, solo se correlate e funzionali all’installazione/realizzazione di impianti, e comunque nella misura massima del 5% dell’importo
complessivo del progetto ammesso a finanziamento:

  • attività di informazione e coinvolgimento delle utenze, finalizzate alla partecipazione al progetto;
  • attività di addestramento dei soggetti gestori degli impianti all’uso delle attrezzature se incluse nel capitolato di fornitura delle stesse;
  • attività amministrative di carattere generale per l’istituzione/aggiornamento e per la tenuta dell’Albo delle utenze conferenti;
  • attività di monitoraggio, verifica e controllo.


Stampa articolo
14 aprile 2019

Autore

joseph.zambito


Lascia un commento

IMG-20190515-WA0011