Autore

giuseppe.moscato


In fila dalle 2,30 di notte per essere ricevuti dall’Ufficio che si occupa delle bollette della TARI 2011
Editoriale, Evidenza, Favara

In fila dalle 2,30 di notte per essere ricevuti dall’Ufficio che si occupa delle bollette della TARI 2011

Il primo arriva intorno alle ore 2,30 di notte infreddolito e ancora mezzo addormentato. Grazie alla sua levataccia sarà il primo della lista per potere avere chiarimenti e, se permettete, anche sfogarsi per quell’atto giudiziario che proprio non gli va giu. A distanza di qualche minuto iniziano ad arrivare gli altri e scrivono il proprio nome e cognome sul foglio di carta che da li a poco si riempirà. Già alle ore 5 la lista conta oltre 30 nomi, chi arriva alle prime luci dell’alba, nonostante la “matinata” potrebbe non avere concessa udienza, poiché se il numero degli iscritti supera il 50, difficilmente si potrà rientrare tra quelli che potranno parlare con gli impiegati addetti. Tutto questo succede ogni mattina,  oramai da qualche settimana presso la sede della SRR Ato Agrigento 4 Est in piazza Trinacria n.1, zona ASI, Area di sviluppo industriale, in territorio del Comune di Aragona, ed in particolare negli uffici della società Agrigento Provincia Est Ambiente Srl.

Trattasi della società alla quale il Comune di Favara, socio assieme ad altri Comuni della SRR, su proposta dell’assessore al ramo Crocetta Maida  ha affidato con proprio atto deliberativo, il n.68 del 28 luglio 2017, l’attività di accertamento di elusione/evasione e successiva riscossione coattiva della Tari 2011 e 2012. Una volta partiti e consegnati ai destinatari  gli atti giudiziari, per eventuali problemi dovuti ad errori di dati, sgravi per pagamenti già effettuati o non dovuti, insomma per qualsiasi cosa, l’utente si deve recare nella sede della Società che è appunto in piazza Trinacria n.1, zona ASI, Area di sviluppo industriale, in territorio del Comune di Aragona.  Il fatto è che, come pare,  si stiano riscontrando di giorno in giorno, “errori”,  tantissimi e di conseguenza gli utenti che chiedono un colloquio con l’ufficio sono altrettanto numerosi. In ragione di ciò se uno si reca nel normale orario d’ufficio trova già la lista piena per cui se vuole essere ricevuto deve anticipare il suo arrivo in sede. Anticipo che, come dicevamo, inizia alle 2,30 della notte con l’elenco che si chiude dopo poche ore in quanto gli addetti riescono a smaltire una cinquantina di utenti al giorno.

srr deliberaLa domanda sorge spontanea. Considerato che è stato il Comune di Favara ad incaricare la società per un servizio che riguarda lo stesso Ente;  che l’utente è di Favara, e che è lo stesso utente che paga, con l’aggravio nell’atto giudiziario, detto servizio, perché si deve recare alle 2,30 della notte in piazza Trinacria n.1, zona ASI, Area di sviluppo industriale, in territorio del Comune di Aragona per poter chiedere chiarimenti per situazioni che lo vedono quasi sempre nella parte della ragione. Non stiamo qui a sindacare il fatto che l’amministrazione comunale, nonostante abbia una efficiente ufficio che si occupa dei tributi locali, ha preferito stipulare una convenzione con la SRR Ato Agrigento 4 Est, sita in piazza Trinacria n.1, zona ASI, Area di sviluppo industriale, in territorio del Comune di Aragona, ed in particolare con la società Agrigento Provincia Est Ambiente Srl. Ma chiediamo. Vi sembra giusto, cara Amministrazione comunale, che un cittadino per una richiesta del Comune di Favara, per un tributo relativo al Comune di Favara si debba recare in un altro Comune, per giunta non servito da un normale collegamento di trasporto pubblico e per giunta alle 2,30 di notte? Era così difficile inserire nel protocollo d’intesa stipulsto con l’atto deliberativo, n.68 del 28 luglio 2017, inserire che la società Agrigento Provincia Est Ambiente Srl, doveva aprire uno sportello nel Comune di Favara a servizio dell’utenza?

Considerato che ci sono tantissimi cittadini che hanno necessità di chiarimenti e che hanno ricevuto un atto giudiziario che forse, è giusto dubitare, non gli doveva essere recapitato. Considerato altresì che non è “civile” costringere i cittadini a fare la fila alle 2,30 di notte (per chi lo può fare, molte “utenze deboli” non possono assolutamente); considerato inoltre che l’ufficio soddisfa circa 50 utenze al giorno;  vista l’approssimarsi della data scadenza: crediamo giusto che da una parte si posticipi, se dal punto di vista normativo lo si può fare, detta scadenza; dall’altro si intimi subito alla società Agrigento Provincia Est Ambiente Srl di aprire subito uno, due, tre sportelli presso il Comune di Favara.

Sarebbe cosa buona e giusta.


Stampa articolo
6 febbraio 2018

Autore

giuseppe.moscato


ONE COMMENT ON THIS POST To “In fila dalle 2,30 di notte per essere ricevuti dall’Ufficio che si occupa delle bollette della TARI 2011”

  1. pino scrive:

    Buonasera, volevo dire oltre a quello che ha ben detto il Sign. Moscato, che bisogna ricordare pure che molti cittadini che hanno ricevuto tale accertamento, oltretutto già pagato a suo tempo, devono perdere almeno una giornata di lavoro (minimo 60,00 euro) per poter avere lo sgravio. Ora non voglio entrare nel merito di quello che combinano negli uffici comunali, ma come è possibile che pagamenti effettuati nel 2011 o nel 2016 (per chi ha ricevuto avvisi precedenti) ancora oggi non stati agganciati al contribuente? Inoltre il 2011 è già Prescritto da un bel pò, quindi non era il caso di risparmiare le spese di stampa e notifica delle stesse?
    Infine per i soli casi di pagamenti già avvenuti non sarebbe il caso di accettare le istanze di sgravio tramite PEC?
    Buona serata da un Pentito Pentastellato.

Lascia un commento