Autore

sop


La Trinacria è Femmina, prodotto da Ilenia Costanza e Lorena Vetro
Dai Comuni

La Trinacria è Femmina, prodotto da Ilenia Costanza e Lorena Vetro

Al Teatro Pirandello di Agrigento, giovedì 3 gennaio alle 21 va in scena La Trinacria è Femmina, il concerto reading di Ilenia Costanza che racconta la Sicilia, partendo dal grammaticale femminile delle parole che la descrivono… “…la vigna è femmina, la mandorla e l’arancia. E il pistacchio. Sì, perché da noi il pistacchio si chiama ‘a fastuca. E diventa femmina, come la bellezza!”

In scena, al fianco della Costanza che cunta con ironia le storie, le leggende e le ricette più famose della nostra tradizione, c’è Lorena Vetro, l’ultima Cantastorie, voce portentosa e coinvolgente. Con loro, la tarantina Saria Convertino alla fisarmonica e la straordinaria Alda D’Eusanio, che non è una semplice Madrina, poiché da donna di televisione e spettacolo quale è, apre le danze raccontando proprio la leggendaria nascita dell’isola.

copertina_CD_Live (1)La Trinacria è Femmina, prodotto da Ilenia Costanza e Lorena Vetro per la Città del Gusto del Gambero Rosso dove univano i canti e i cunti alla buona cucina (in scena e sulla tavola degli spettatori) della nostra terra; debutta poi, nel 2016, nella Valle dei Templi con un’orchestra tutta al femminile, e prosegue verso il Lazio, il Salento, il Molise e la Calabria, conquistando ogni volta il pubblico. Poi Lorena e Ilenia si concentrano sulla produzione del CD Live dello spettacolo, che raccoglie i pezzi più belli come Barbablu, Leggenda di Colapesce, Rosa Canta e Cunta ma anche l’agrigentina Nicuzza Duci.  I brani sono eseguiti dal vivo con orchestra ed arrangiati dal grande Maestro Fabrizio De Melis, che seguendo la linea della Vetro, non ha voluto sconvolgerli, ma li ha arricchiti elegantemente conservandone le originali sonorità popolari. Il CD, presentato lo scorso 11 dicembre al Teatro Flaiano di Roma, in una serata evento che ha registrato da subito il sold out, ha già avuto il favore del pubblico, anche fuori dall’Italia.

Ora, come dicono Ilenia e Lorena, La Trinacria è Femmina torna a casa, in trio e con la partecipazione dellalocandina_AG_digitale (1) D’Eusanio.

Una divertente e poetica pièce teatrale musicale, per narrare questa tanto discussa terra di mafia e mare, di cassate e caponata, di poeti, briganti e cantastorie. Buttitta, Pirandello, Sciascia, Quasimodo, Bufalino; e poi Rosa Balistreri, Otello Profazio, Nonò Salamone, Domenico Modugno e Mercedes Sosa; mentre il pubblico canta, si commuove, ride. E si sazia anche, ridacchiando di sarde a beccafico e cannoli.

La sensualità, il fascino e l’ironia pungente di un’isola ferita dalla corruzione, ma pervasa di bellezza e di profumo di cosi dunci, in uno show di grande energia tutto al femminile; perché, come si dice ne Il Padrino, “In Sicilia i fimmini sono come a lupara”. E le nostre due favaresi, Lorena e Ilenia, sono davvero come le lupare e la sanno lunga sulla sensualità di quest’isola bella; e come recitano dal palco “Bastano una donna e un tamburo per fare scoppiare una rivoluzione!”

I biglietti si possono acquistare a Favara presso la Cartolibreria Pecoraro, in via Vittorio Emanuele 41 e ad Agrigento presso Tourist Service/Box Office in via Imera 27, oltre ovviamente alla biglietteria del teatro Pirandello.

 


Stampa articolo
28 dicembre 2018

Autore

sop


Lascia un commento

IMG-20190515-WA0011