Autore

vedisotto


Le opere dell’Artista sancataldese Filippo Chiappara
Altre Notizie

Le opere dell’Artista sancataldese Filippo Chiappara

di William Di Noto

A Roma, nella prestigiosa Galleria “Area Contesa Arte” di Via Margutta 90, si inaugura Venerdì 15 Febbraio, alle ore 18:00, la Mostra “Spazi Informali e Materici”: la Mostra, allestita nella Sala Dalì, sarà aperta al pubblico con ingresso libero dal 14 Febbraio al 22 Febbraio, dal lunedì al sabato, dalle ore 10:30-13:30 e dalle ore 14:30-19:30.

Filippo Chiappara, Artista sancataldese che fa parte del movimento artistico del “Pentastrattismo” sin dall’anno 2015, è tra gli Artisti in permanenza e selezionati dal curatore Massimo Picchiami dell’Associazione Eureka Eventi Arte e Fondatore del movimento stesso: la Mostra rappresenta soltanto una di una serie di altre iniziative artistiche che si terranno in collaborazione con la Galleria “Area Contesa Arte” di Tina e Teresa Zurlo per tutto quest’anno.

La Mostra di Filippo Chiappara , inoltre, si inserisce in un ampio ventaglio di altre manifestazioni artistiche romane del passato, fra le quali si ricordano: ”Contaminazioni” (Galleria Area Contesa Arte), “L’uomo e gli spazi informali” (Galleria Medina Eventi Arte Design), “X Edizione Premio Eureka” (Galleria Area Contesa Arte), Mostra personale “Galleria Frammenti d’Arte Monteverde Vecchio”, “L’arte cerca la gente-coloriamo il mondo” (Piazza Colonna) “2° Contest Pentastrattisti” (Sale del Bramante), “Arte: dalla Sardegna alla Penisola” (Galleria Frammenti d’Arte) e “A costo zero” (Teatro S. Basilio).

Filippo Chiappara, diplomato all’Istituto Statale d’Arte “F. Juvara” di San Cataldo e all’Accademia di Belle Arti ad Agrigento, è un Artista di vasta esperienza e dal lungo e articolato curriculum critico-espositivo fatto di mostre prestigiose tenute in tutta Italia; ha partecipato ad oltre cinquanta mostre a Roma, Milano, Brasile (Bienal Internacional de Curitiba), Comiso, Caltanissetta, Ragusa, Terni, Seravezza (LU), Colleferro (Roma) Museo del Rugby, Vibo Valentia, Castel di Mola a Taormina, Cingoli (MC), Monreale (PA), Orvieto, Palermo, Cagliari, Reggio Calabria, Cava de’ Tirreni, Garda, Gubbio, San Cataldo (CL).

Massimo Picchiami, Fondatore del movimento artistico del “Pentastrattismo”, definisce così l’Artista sancataldese:

<<Filippo Chiappara reinventa l’informale con la forza espressiva dei colori, le ricostruzioni e le scomposizioni grafiche ed architettoniche. I disegni sembrano cuciti sulla tela proiettano forme e colori al di fuori della superficie, creando una capacità comunicativa immediata. La sua è continua ricerca, sviluppata nel tempo, che si evolve quotidianamente concentrandosi, di volta in volta, su temi ed intuizioni di vario genere.

Chiappara cerca una corrispondenza tra il proprio fare individuale e le modalità espressive comuni. Il suo percorso artistico dimostra l’incessante mutare del proprio stato e che corrisponde ad un sempre diverso angolo di percezione del mondo. Colori, toni e luci sono le sue armi. In questo modo le sue tele non sono specchio della realtà ma una realtà, la sua. Il dipinto non rappresenta ma presenta>>


Stampa articolo
11 febbraio 2019

Autore

vedisotto


Lascia un commento