Autore

giuseppe.moscato


Raccolta rifiuti a Favara ovest tra disservizi e proteste
Agrigento, Dai Comuni, Evidenza, Favara

Raccolta rifiuti a Favara ovest tra disservizi e proteste

Sembra non sia partita la nuova fase del servizio di raccolta dei rifiuti soldi urbani dell’agglomerato urbano denominato “Favara ovest”  in territorio di Agrigento ma “favarese” di fatto.

raccolta-rifiuti compattatoreCon un post sui social da parte della sindaca di Favara Anna Alba e dell’assessore al ramo Giuseppe Bennica, e con un comunicato stampa del sindaco di Agrigento Lillo Firetto e dell’assessore all’ecologia, Nello Hamel, giorno 31 dicembre si  informavano gli abitanti di Favara Ovest che con l’anno 2019, quindi il giorno dopo, il servizio di raccolta dei rifiuti sarebbe stato svolto direttamente dal Comune di Agrigento.

“A parte la metodologia e la “tempestività” del messaggio sia giorno 1 che oggi non è stato effettuato alcun servizio – ci dice l’avvocato Giuseppe Fanara che rappresenta diversi dei circa 800 abitanti di quel quartiere – comunicazione che naturalmente non ha raggiunto tutti gli interessati, che da sempre vivono enormi disagi, pur pagando la tassa, anzi per molti si dovrebbe dire le tasse, poiché viene richiesta sia dal Comune di Favara che da quello di Agrigento”.

Giuseppe FanaraNel comunicato stampa del Comune di Agrigento viene comunque descritto come sarà effettuata la raccolta dei rifiuti a Favara ovest, almeno per il momento. “Il servizio prevede la realizzazione di un’ “isola di prossimità” a servizio degli abitanti residenti – si legge – inizialmente si procederà con la messa a disposizione di un furgone presso l’area di proprietà comunale ove ogni giorno dalle ore 7.00 alle ore 10.00 si potrà conferire il rifiuto differenziato secondo il calendario del Comune di Agrigento che prevede: il lunedì, l’umido e la carta; martedì la plastica; mercoledì, l’umido; giovedì, residuo secco; venerdì, plastica e sabato umido e vetro”.

“Comunicazione inefficace ed anche approssimativa  e metodo di raccolta che non possiamo accettare – ha parlare è ancora l’avvocato Giuseppe Fanara – intanto perché non specifica dove sosterà il furgone, ma anche perché costringe gli abitanti a trasportare per centinaia di metri la spazzatura dalla propria abitazione al furgone, ma stiamo scherzando! I residenti di Favara Ovest non sono cittadini di serie “B”  ed hanno diritto ad un servizio normale come tutti gli altri”.

L’unica nota positiva è che finalmente il Comune di Agrigento si “accorge” che ha diversi cittadini “fuori le mura” che hanno necessità di attenzione e di avere i servizi come tutti gli altri. Intanto per stasera è programmata riunione degli abitanti per decidere azioni comuni, soprattutto per  “l’isola di prossimità” che non viene assolutamente digerita, ma anche per vedere tutte le incombenze burocratiche che debbono assolvere per regolarizzare la documentazione relativa alla loro posizione e al pagamento della tassa sui rifiuti.


Stampa articolo
2 gennaio 2019

Autore

giuseppe.moscato


Lascia un commento

IMG-20190515-WA0011

oss-osa-asacom