Autore

Franco Pullara


Rifiuti, caro assessore l’abito è di marca, ma la taglia è sbagliata
Editoriale

Rifiuti, caro assessore l’abito è di marca, ma la taglia è sbagliata

La stragrande maggioranza di cittadini di Favara hanno il dovuto rispetto per l’ambiente. Vogliono fare la differenziata secondo le regole, ma recentemente “ci stanno a capire poco”. Apprezzano, io tra questi, il suo lavoro, caro assessore Bennica, ma hanno l’impressione di avere ricevuto un bellissimo abito di gran marca, ma di taglia sbagliata, troppo largo o se vuole troppo stretto, che non riescono ad indossare.

C’è la vicenda dei pannolini e dei pannoloni che dovrebbe essere corretta perché così come è progettata disagia un’utenza particolare che non deve e non può essere mortificata da una programmazione che andrebbe migliorata. Il conferimento della plastica potrebbe essere rivisto, non puzza ma ingombra maledettamente. Piccoli miglioramenti che lei assessore non negherà ai suoi concittadini.

A proposito di piccoli accorgimenti, mi permetto di suggerirle meno “quotidiani” consigli all’utenza… Ci confondono. Ci fa piacere vederla, ma entriamo nel panico sulle continue novità, quando non abbiamo digerito le precedenti indicazioni.

Ci confondono, dicevo, e a volte ci fanno sobbalzare. E uno scossone ha preso chi ha letto il suo “bollettino” di oggi circa il conferimento del cartone.

Questo l’avviso odierno: “Per tutti coloro che hanno conferito il cartone fuori dal contenitore o non coperto da sacchetto di plastica e quindi lasciato nelle condizioni di bagnarsi… Conferito sostanzialmente in MANIERA NON CONFORME, purtroppo l’impianto NON LO ACCETTA e ce lo rimanda indietro nel momento in cui diventa poltiglia per via dell’acqua…. Vi preghiamo di conferirlo correttamente perché poi accade tutto ciò… E chi vuole avere l’accortezza di metterlo al riparo, lo invitiamo a farlo. I responsabili ci comunicano che per ERRATO CONFERIMENTO non stanno ritirando parte dei cartoni distrutti ma quelli bagnati si. Non possono estrapolare il contenuto asciutto da quello bagnato… Nei casi in cui è possibile lo stanno facendo… Ma per 18.000 utenze é impossibile, riparare l’errato conferimento”.

Assessore, non sono stati distribuiti i contenitori per tipologia di conferimento, i cittadini si sono fatti una ragione sul sacchetto di plastica biodegradabile per l’organico, non mettono il cartone nella busta di plastica perché non è corretto, per non mischiare il cartone con la plastica.  Senza contenitore e senza busta di plastica, resta solo di controllare le previsioni meteo per il giorno di conferimento e desistere in caso di pioggia, o utilizzare cartone idrorepellente.

Intanto, il non ritirare quello che lei, assessore, definisce conferimento sbagliato, finisce con l’alimentare le discariche abusive.

Allora, mettiamoci d’accordo, senza, ovviamente, fermare il servizio. I cittadini di Favara sono in favore dell’ambiente e con lei, ma per carità meno consigli e più correttivi.

 


Stampa articolo
2 novembre 2018

Autore

Franco Pullara


Lascia un commento