Autore

vedisotto


Editoriale, Favara, old_Politica

Rubato su fb a Salvatore Sorce: “Consiglieri, non vi vergognate?”

 

Salvatore Sorce

“Cari consiglieri, non siete stati capaci di rinunciare a niente, ad un solo gettone di presenza e ancora chiedete denaro alla gente che non né può più, che non lavora da mesi e ha moglie e figli da mantenere!?!? Non vi vergognate?

Stasera non avrei voluto scrivere su fb preso com’ero da altri pensieri. Avrei preferito leggere qualche libro o “navigare” tra i ricordi personali come tutti coloro che quando cominciano a sentir passare i propri anni iniziano a fare i conti con il tempo che rimane. E invece eccomi qui, davanti a questa tastiera che silenziosa acconsente al mio continuo pigiare di tasti senza mai lamentarsi.
Il mio sentimento questa sera è inquieto, forse un po’ triste per quello che vedo nel mio paese . Vorrei farmi migliore interprete ma non posso andare oltre, non ci credo più in una possibile riscossa, vedo troppa ignoranza ed arroganza, insensibilità ed egoismo.
L’altro ieri ho visto una signora anziana vicina di casa piangere mentre guardava delle bollette da pagare; ho chiesto il perché ma non ha voluto rispondere. Ho saputo l’indomani, da una conoscente comune, che con 485,00 euro di pensione al mese non ce l’avrebbe fatta a pagare 821,00 euro di bollette e questo era il motivo della sua disperazione. Bollette sue e dei figli che si trovano temporaneamente al nord per lavoro. Tasse e tributi su appartamenti costruiti con enormi sacrifici e poi dati ai figli che non ci abitano, emigrati per mancanza di lavoro. Beffa su beffa, come in un grande e disperato girone infernale, vinti dalla sfortuna e dal destino. Non bastava perdere l’affetto dei figli per l’aridità di una terra che non offre lavoro, si aggiungono anche questi schiaffi amministrativi, gravosi e disonesti per l’esosità e l’ingiustizia che creano.
Caro Sindaco e signori consiglieri comunali di maggioranza, vorrei invitarvi a fare un esame di coscienza, se coscienza avete. Con quale coraggio continuate a torturate la povera gente? Forse la vostra sopravvivenza politica è più degna del destino di un intero popolo? Vi siete mai chiesti se la gente può pagare tutti questi soldi che chiedete?
Cari consiglieri, non siete stati capaci di rinunciare a niente, ad un solo gettone di presenza e ancora chiedete denaro alla gente che non né può più, che non lavora da mesi e ha moglie e figli da mantenere!?!? Non vi vergognate?
Cari amministratori, quando ci sono interessi da tutelare sia da parte dello stato che della gente, preferite quelli della gente. Non abbiate esitazione, se costretti dalle circostanze, a consegnare le fasce tricolore ai Prefetti dicendo loro: “Non siamo stati chiamati dal popolo per massacrarli. Noi non ci stiamo!”.


Stampa articolo
20 dicembre 2013

Autore

vedisotto


4 COMMENTS ON THIS POST To “Rubato su fb a Salvatore Sorce: “Consiglieri, non vi vergognate?””

  1. mario scrive:

    tutti a casa l…i e f….butti perke no rinunciate ai vostri gettoni ke sono circa 60 mila euro al mese…..se ne possono fare cose con questi soldi invece di toglierli ai cittadini con la teres più alta al mondo, e anke con la 2 rata dell’imu delle famiglie in comodato d’uso ai genitori, ke il comune la poteva annullare, a casa sindaco e consiglieri

Lascia un commento

IMG-20190307-WA0007