LA PUBBLICA ISTRUZIONE AL CENTRO DELL’AZIONE POLITICO-AMMINISTRATIVA DEL GOVERNO REGIONALE. DA LUNEDI’ 16 FEBBRAIO LE ISTITUZIONI PUBBLICHE E SOCIALI SI CONFRONTERANNO SULLA RIFORMA DEL COMPARTO

In Sicilia la scuola al centro del’azione amministrativa del Governo regionale. Parte da prossimo lunedì 16 febbraio il ‘Tavolo tecnico scuola’ presso l’assessorato regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale.
Istituito con decreto dall’assessore regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale, Mariella Lo Bello, il ‘Tavolo’ si pone il proposito di riformare il comparto attivando una ‘strategia dal basso’, che, coinvolgendo tutti gli attori del territorio, ambisce a riscriverei i tratti di un modello scolastico regionale condiviso.
Al ‘Tavolo tecnico scuola’ parteciperanno oltre alla componente istituzionale dell’assessorato regionale dell’Istruzione, il direttore dell’Ufficio scolastico regionale (Usr)  della Sicilia ed un rappresentante dell’Anci.
Al ‘Tavolo’, inoltre, siederanno, con un proprio delegato, anche i sindacati di categoria: Anp (associazione italiana dirigenti e alte professionalità della scuola), Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda.
“Il ‘Tavolo tecnico scuola’ – afferma l’assessore Lo Bello – è finalizzato all’istituzionalizzazione del confronto tra gli organi di indirizzo politico–amministrativo, i competenti Uffici delle istituzioni pubbliche statali e gli organismi sociali in materia di scuola operanti in Sicilia”.
Per l’assessore regionale dell’Istruzione: “Sarà un importantissimo strumento di confronto e interlocuzione istituzionale che permetterà di riformare la Pubblica Istruzione raccogliendo le istanze di tutti gli attori coinvolti”.
“Come ho più volte ribadito – continua – è mio preciso intendimento riportare la Pubblica Istruzione al centro dell’azione amministrativa, ed è appunto in quest’ottica che ho deciso di istituite il Tavolo tecnico scuola”.