Profiquo incontro presso il Municipio di Favara, tra il Sindaco e le Associazioni a tutela dei Consumatori ed il Coordinamento Titano.

Il tema dell’ incontro: Il Servizio Idrico Integrato. Sindaco e Associazioni, intanto, si sono immediatamente trovati in perfetta sintonia sull’ assetto giuridico del nuovo soggetto gestore che non può che essere una Azienda Speciale Consortile. Varie le motivazioni che hanno condotto a questa determinazione : Un taglio netto rispetto al passato, in un assetto di totale discontinuità. La vecchia Gestione era una Spa, seppur gestita da privati. Oggi sarebbe la stessa cosa seppur “ vestita” da partecipazione interamente pubblica e poi la scalabilità, anche da parte di privati, sebbene le varie palettature che si vorrebbero inserire. Il rispetto che va dato alla volontà dei cittadini rispetto al voto referendario del 2012. E’ emersa inoltre la volontà da parte della Sindaca di un pieno e sostanziale coinvolgimento dell’ intero Consiglio Comunale su un aspetto che non è prerogativa della sola maggioranza , ma dell’ intera città e le Associazioni presenti hanno dato la loro disponibilità nel diffondere i pro ed i contro delle due opzioni.

Insomma, una piena assonanza e condivisione dei punti in discussione e la consapevolezza che occorre mettere a conoscenza l’intero Consiglio Comunale, passaggio , questo , che si farà nella seconda metà di agosto o al massimo all’ inizio di settembre. Molte, anzi troppe le ombre che si allungano su una possibile gestione in Spa per non preoccupare, oltre a tutte le Associazioni, Coordinamenti e Comitati anche le Amministrazioni ed i relativi Consigli Comunali.

Si prevede, in un prossimo futuro, che le condivisioni su una prossima gestione del Servizio Idrico Integrato con una Azienda Speciale Consortile siano destinate ad aumentare in maniera considerevole.
Il Coordinamento Titano
Gaetano Milioto