A DENUNCIARE UNA POSSIBILE GETTONOPOLI NELLA CITTA’ DEL VALLO GIROLAMO PIPITONE, PRESIDENTE DEL CENTRO STUDI ‘LA VOCE’. IL GETTONE DI PRESENZA PER I CONSIGLIERI È PARI A €. 92,60 OLTRE IRAP, SUPERIORE A QUELLO DI AGRIGENTO, SIRACUSA E MESSINA

Gettonopoli anche a Mazara del Vallo?
Il Centro studi ‘La Voce’ in una nota a firma del presidente Girolamo Pipitone, indirizzata all’assessorato delle autonomie locali e della Funzione pubblica, al prefetto di Trapani, al segretario generale del Comune di Mazara del Vallo ed agli organi di stampa, denuncia il costo annuo di 928.424,00 di euro per i compensi del Sindaco Nicolò Cristaldi, degli assessori e dei consiglieri della città del Vallo.
“La forte denuncia civile – si legge nella nota – che sta scuotendo i politici di molte città siciliane, a causa delle costose e spesso inutili commissioni consiliari, potrebbe verificarsi anche a Mazara del Vallo ove i costi della politica superano quelli di Agrigento ove il gettone di presenza è di 50,34 euro, Siracusa 65,55 e Messina 56,00. Il gettone di presenza per i consiglieri è pari a 92,60 euro oltre Irap per ogni seduta di consiglio o commissione pari a 1.568,00 euro al mese cadauno; è da porsi in aggiunta alla suddetta spesa anche quella non quantificabile per il rimborso delle assenze del lavoro dei consiglieri improvvisamente assunti subito dopo la loro elezione, da parte di aziende private anche a carattere strettamente familiare. Le commissioni consiliari al Comune di Mazara del Vallo sono “super attive” si riuniscono tutti i giorni, anche per pochi minuti, esclusa la domenica”.
“Questo Centro Studi – è riportato nella citata lettera – ha preso in esame i verbali del mese di settembre 2014 della Va commissione ‘Pubblica Istruzione, Turismo, Sport, etc.’ dalla lettura dei verbali emerge con sufficiente chiarezza un atteggiamento pretestuoso e finalizzato solo al rimborso del gettone di presenza per evidente difformità all’art. 13 del Regolamento sui lavori del consiglio comunale”.
Per il Centro studi ‘La voce’: “Il Sindaco Cristaldi, (Fratelli d’Italia) data la particolare e preoccupante situazione economica, occupazionale e sociale in cui versa la città di Mazara del Vallo, invece di aumentare le tasse e i tributi per far quadrare i conti, si riduca l’indennità del 30 per cento come hanno fatto altri Sindaci, e conseguentemente in automatico si riducono le spese degli assessori e dei consiglieri pari a euro 278.527,20 da destinare preferibilmente alle famiglie che vivono particolari situazioni di disagio economico”.
È chiaro che dati e cifre sono il frutto dello studio elaborato dal Centro studi ‘La voce’ di Mazara del Vallo che si assume la responsabilità del contenuto dichiarato. Il nostro giornale è a disposizione per eventuali repliche.