Una conferenza stampa per presentare la sua candidatura alla città e spiegare il progetto politico del Movimento e della lista “Noi con Salvini” alla quale ha aderito. Ha  scelto questo modo Salvatore Liotta per comunicare programma, progetti ma anche per sfatare alcuni miti che accompagnano la figura del leader della Lega Matteo Salvini.

Nessuno spirito razzista e antimeridionalista. “Assolutamente no – ha detto Liotta- per quanto riguarda l’immigrazione ci vuole una giusta regolamentazione di quelli che sono i flussi migratori in Italia. Migrazione regolare che vuol dire anche più sicurezza per i cittadini e minori problemi di ordine pubblico come quelli che per esempio si stanno vivendo in questi giorni anche ad Agrigento con l’arrivo indiscriminato e incontrollato di immigrati provenienti dalla Tunisia ai quali  l’unico riscontro che si dà è quello di un foglio di via obbligatorio e niente più”. Ma anche il discorso della Lega che è solo ed esclusivamente del Nord con una marginalizzazione se non un vero ripudio del Sud visto come una palla al piede. “Niente di più sbagliato – ha detto Liotta – sono retaggi vecchi che la Lega ormai ha superato a favore di un progetto unitario e federalista”. Tutto questo legato al progetto di centro-destra con Nello Musumeci candidato presidente.  Centro-destra al quale Liotta si ispira nella sua formazione politica.