“Paesi e paesaggi”  la fortunata rubrica di Striscia la notizia su Canale 5 condotta da Davide Rampello avrà come protagonista in una sua prossima puntata Favara.

Al centro dell’attenzione del inviato di Striscia con la sua immancabile poltrona, è stato l’agnello pasquale favarese, il tipico dolce che ormai ha conquistato il mondo grazie alla bontà dei suoi ingredienti,  la pasta di mandorla e il cuore di pistacchio,  ma anche per la maestria e l’alta specializzazione raggiunta da tutti i maestri pasticceri favaresi.

cof

Davide Rampello e la sua troupe,  invitati dall’amministrazione comunale presente con gli assessori Rossella Carlino, Umberto Rumolo e Amodeo Nicotra, sotto l’occhio vigile e attento del dirigente Giacomo Sorce, del responsabile del settore agricoltura Carmelo Vetro, e dal presidente della Pro Loco Antonio Moscato, sono stati accompagnati nelle campagne di Favara.

IMG_20180331_182101Ma anche nel cuore pulsante del centro storico appunto “Paese e paesaggio” per constatare direttamente le bellezze del territorio e la bontà dei suoi prodotti.

Prima tappa la campagna di San Benedetto con le famiglie Lentini e Sanfilippo, dove è stata ubicata la prima location, che hanno offerto la loro tenuta per le riprese delle piantagioni di mandorle.

IMG_20180331_114030Non poteva mancare naturalmente una eccezionale tavola imbandita con i prodotti della terra, pistacchio, mandorle, limoni, arance e naturalmente ottimo formaggio ed eccellente vino locale  molto graditi dalla troupe di Striscia.

Quindi l’arrivo in Piazza Cavour dove ad attendere i graditi ospiti c’era il gruppo folkloristico Fabaria folk.

Le meraviglie architettoniche della piazza hanno conquistato Rampello che con la sua inseparabile sedia ha segnato le tappe che lo hanno portato poi dritto a bordo del trenino al collegio di Maria fove è nato l’Agnello Pasquale.

Non poteva mancare naturalmente il passaggio ai Sette Cortili e alla Farm Cultural Park dove Rampello e la sua truppe hanno fatto anche una piccola pausa da “Bellamè”  dove hanno gradito ed apprezzato il tipico cuddriruni.

Infine il ritorno in Piazza Cavour e al castello Chiaramonte per le riprese finali che hanno anche chiuso la settimana dedicata alla Sagra dell’Agnello Pasquale di Favara.