I Consiglieri Comunali di Agrigento Giorgia Iacolino e Salvatore Falzone intervengono sullo stato di degrado in cui versano le scuole di Agrigento.Giorgia Iacolino

“Tetti che rischiano di crollare, Caldaie rotte, carenza di manutenzione ed impianti di riscaldamento talvolta fuori norma, rappresentano una nota costante delle scuole di ogni ordine e grado” così descrivono i 2 Consiglieri la situazione attuale.

“Ed è ancora più grave – continuano Iacolino e Falzone- tale situazione di fatto malgrado lo Stato metta  a disposizione fondi, come è accaduto di recente con 11,6 milioni di euro che poi non sono stati utilizzati integralmente dalle Amministrazioni per interventi sull’antincendio e sull’adeguamento anche dei locali caldaia. Una scarsa capacità progettuale, in particolare, dell’amministrazione comunale di Agrigento che penalizza studenti, docenti ed operatori scolastici ospitati spesso in aule fredde e inadeguate. CaffèNon si può comprimere il diritto allo studio dei ragazzi, relegando la loro formazione in luoghi poco sicuri o scarsamente attrezzati per scoraggiarne la corsa competitiva con chi, invece, ha la fortuna di crescere altrove. Chiediamo al sindaco ed all’assessore alla istruzione- concludono Iacolino e Falzone -di occuparsi concretamente di queste problematiche e di prevedere  maggiori risorse su istruzione ed edilizia scolastica,potenziare l’ ufficio tecnico incapace fin qui di intercettare i fondi ministeriali ed europei e rafforzare la cooperazione con i dirigenti scolastici, incrementando le risorse finanziarie a loro disposizione, anche per le attività di piccola manutenzione, se occorre con l’adattamento degli attuali regolamenti consiliari.

Lascia un commento

  • (non pubblicato)