Sul referendum in programma il 5 di Maggio per la rideterminazione dei Confini tra i comuni di Agrigento, Favara e ad Aragona interviene la Federazione provinciale di Rifondazione Comunista.

antonio palumboIn una nota il segretario provinciale Antonio Palumbo scrive: “Invitiamo i cittadini di Aragona, Agrigento e Favara a partecipare al referendum sulla rideterminazione dei confini che si svolgerà domenica  5 maggio ed a sostenere le ragioni del SI, riteniamo questa un occasione importantissima da non perdere. Finalmente dopo decenni di tentativi e discussioni si potrà mettere la parola fine su questa annosa  e paradossale situazione, invitiamo tutti a partecipare a questa festa. In queste settimane siamo stati contattati ed avvicinati da decine di cittadini che ci chiedevano chiarimenti e spiegazioni sull’accordo, dubbi, perplessità che siamo stati felici di dissipare, siamo stati in giro per le città insieme ai comitati cittadini per spiegare l’accordo e la sua bontà”.

Rifondazione ricorda che non si tratta di qualcosa che riguarda solo i cittadini direttamente interessati al cambio di territorio, ma una opportunità che riguarda tutti, e tutti devono andare a votare. “Finalmente i cittadini di Favara ed Aragona potranno ritornare ad essere cittadini della propria città lasciandosi alle spalle le difficoltà burocratiche subite in questi anni, le città acquisiranno finalmente  il controllo di territori contigui al proprio tessuto urbano permettendo una migliore programmazione e gestione della citta; la città di Agrigento potrà finalmente avere uno sbocco nella zona industriale fondamentale per il rilancio della propria economia, un accordo insomma ottimo che tutela e soddisfa  tutti i cittadini delle tre città interessate”.

Un iter lungo che dura da più di 30 anni, che ha avuto la sua conclusione politica con l’accordo del 2012 , grazie al lavoro delle 2 commissioni delle quali anche Palumbo ne ha fatto parte.