Dopo aver realizzato il murales per la copertura della svastica nazista e delle scritte razziste in via Fratelli Cervi, Geta Tabone e le sue amiche polacche  Aleksandra Drozd, Anna Góra, Natalia Gozdalska, Sylwia Choma  hanno dato sfogo alla loro vena artistica colorando la scala della Villa Giovanni Paolo II  che congiunge viale Aldo Moro con via Piersanti Mattarella.

Villa colori in corsoLe artiste polacche si trovano a Favara nell’ambito del progetto “Mobilità nel mercato del lavoro” finanziato dalla Comunità europea, gestito a Favara dall’associazione Pentagramma, presidente Carmelo Arcadipane, con il Comune di Favara partner,  un progetto finalizzato a far conoscere il mercato europeo ai cittadini dei nuovi Paesi  membri che si inseriscono in Europa. Pennelli in mano e fantasia per dare colore al luogo di aggregazione. Ed a proposito di colore, il materiale necessario per dipingere la scala è stato acquistato  con il contributo economico degli amministratori comunali di Favara. Non è escluso che prima di lasciare Favara le ospiti polacche e la loro amica favarese possano decorare qualche alto angolo della città.

Lascia un commento

  • (non pubblicato)