Prenotate il giro del mondo e venite a Favara per Countless Cities la Biennale delle Città del Mondo, questo lo slogan con cui Farm Cultural Park, invita il mondo a Favara, e Favara é senza dubbio un mondo a parte. Lo è anche, e questo è da sempre caratteristica peculiare dei favaresi, un mondo a parte per lo spirito ed il coraggio imprenditoriale. Un tempo imprenditori edili oggi imprenditori del turismo che credono nel rilancio della propria città.
Imprenditori come Giusy e Totò, con il loro Diodorus Luxury Experience, di recente apertura, una boutique hotel fatta di servizi impeccabili nel breakfast e nello show cooking, nel benessere con sauna e jacuzzi, da una piscina a sfioro, da camere e suite da mille e una notte, il tutto immerso in un giardino curatissimo. Dopo il più centrale Alba Palace hotel, il Diodorus Luxury Experience si inserisce tra le hôtellerie di lusso della città e non solo, molto apprezzato sopratutto dai viaggiatori stranieri che in questi giorni ci stanno soggiornando. Progettato, disegnato dall’Architetto favarese Andrea Crapanzano e realizzato a km O da maestranze locali,
offre ai viaggiatori dei soggiorni esclusivi sia in destinazioni conosciute che in quelle emergenti. Complessivamente, il Diodorus Luxury Experience vanta design innovativo ed elegante, amenities curate nei minimi dettagli, esperienze locali e un servizio attento per garantire il massimo comfort, il tutto all’interno di un progetto contemporaneo con materiali e finiture di provenienza locale in un mix di eleganza architettonica.
Quest’estate esagerate venite a Favara a visitare la cittá e Farm Cultural park e godere le tante strutture ricettive nate negli ultimi anni, dai luxury citati, al meraviglioso Doric Bed boutique Hotel, dal primo b&b nato in ordine di tempo b&b Belmonte, passando per AF Rooms, casa Natià, community, garden cactus, le suite di via veneto, e diversi altri fino al B&B Urban Relax di recentissima apertura.