Il Libero Consorzio Comunale di Agrigento diventa partner del progetto “Fari 2.0” proposto dalla cooperativa Proxima di Ragusa per contrastare il fenomeno dello sfruttamento lavorativo e sessuale. La decisione è stata adottata dal Commissario Straordinario del Libero Consorzio Giuseppe Marino che ha incontrato il Presidente di Proxima Ivana Tumino per definire il rapporto di collaborazione.

La cooperativa Proxima opera da tredici anni nella Sicilia orientale per tutelare le vittime della tratta, in collaborazione con le istituzioni.

Si tratta di un bando del “Dipartimento per le Pari Opportunità” della Presidenza del Consiglio dei Ministri, relativo al programma unico di emersione, assistenza ed integrazione sociale a favore degli stranieri e dei cittadini della Unione Europea, vittime dei reati di riduzione o mantenimento in schiavitù o in servitù o tratta di persone.

Il target di riferimento a cui si riferisce il progetto “FARI 2.0” è rappresentato da persone straniere e/o cittadini di Stati membri dell’UE, che intendono sottrarsi alla violenza e alle varie tipologie di sfruttamento sessuale, lavorativo, accattonaggio, attività illegali (sbarchi clandestini), segnalate da Enti titolari di progetti ubicate fuori dal territorio locale, o dal Servizio Numero Verde Anti-tratta, o individuate sul territorio di riferimento mediante servizi sociali, sanitari e sportelli di enti locali, sindacati, patronati.

banner caffeIl Libero Consorzio, tramite il settore Solidarietà Sociale diretto da Amelia Scibetta, si impegna a contribuire a sviluppare i valori e la cultura della legalità, quale strumento di integrazione sociale e di abbattimento delle diversità per contribuire all’inserimento sociale dei soggetti emarginati. Qualora tramite il proprio Servizio Sociale, il Libero Consorzio riscontri circostanze tali da richiedere i servizi di assistenza promossi dalla Cooperativa Sociale Proxima di Ragusa, potrà avvalersi della rete di assistenza della Cooperativa, la quale valuterà la presa in carico del caso segnalato ed eventualmente avvierà il Programma unico di emersione, assistenza ed integrazione. La Cooperativa Sociale Proxima di Ragusa, per migliorare la conoscenza e la diffusione del fenomeno, offrirà, a titolo assolutamente gratuito e senza alcun onere, eventi formativi che riguardano il tema della tratta e dello sfruttamento, rivolti ad operatori ed impiegati del Libero Consorzio Comunale di Agrigento.

sop