Si è svolta ieri 02.10.2018 l’udienza preliminare davanti al G.U.P. di Agrigento dott. S. Zammuto di S.E., accusato dalla cognata G.C.M. di averla costretta ad avere rapporti sessuali con lui. Nello stesso procedimento sono imputati S.A., marito della vittima, e S.S., suocero della vittima, tutti di Favara.

Nei confronti degli stessi il Giudice si è pronunciato con decreto che dispone il giudizio con udienza fissata il 12/12/2018, dinanzi al Tribunale collegiale.

S.A., marito della vittima, è imputato perché, dopo avere scoperto che la moglie aveva denunciato il fratello per violenza sessuale, ha tentato di costringerla a ritirare la denunzia; stessa sorte per S.S., suocero della vittima, il quale, anche lui, avrebbe proferito gravi minacce alla nuora nel convincerla a ritirare la denuncia.

La vittima, G.M.C, difesa di fiducia dall’avv. Sergio Baldacchino, si è costituita parte civile.

 

sop