Rifiuti, in qualche articolo precedente abbiamo analizzato la responsabilità delle amministrazioni verso la tutela dell’ambiente, oggi affronteremo il tema da un’altra prospettiva, ovvero la responsabilità di noi cittadini.Ricorderete tutti che, fino a poco tempo fa, la spazzatura doveva conferirsi all’interno dei cassonetti posizionati per strada.

A quel tempo eravamo abituati a vedere cassonetti stracolmi e, talvolta, stracolma era pure l’area circostante i cassonetti.

rifiutiDa quando è iniziata la raccolta differenziata, con l’eliminazione dei cassonetti, purtroppo, siamo costretti a vedere per strada rifiuti di qualsiasi genere abbandonati ovunque.

Ancor di più nelle periferie o nelle strade di collegamento, sono sorte delle vere e proprie discariche abusive.

Le amministrazioni, in maniera sempre più frequente cercano di fronteggiare questo fenomeno a mezzo delle sanzioni previste dalla Legge e dai regolamenti comunali.

Pertanto, chi assume comportamenti deprecabili, a dir poco incivili, rischia seriamente di essere multato, sanzione che può variare da paese a paese, a seconda dei regolamenti locali o delle ordinanze sindacali.

La legge a mezzo del codice dell’ambiente prevede ai sensi del contenuto art. 192 che, “l’abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel suolo sono vietati” e con il successivo art. 255 stabilisce poi la relativa sanzione, ovvero, “chiunque abbandona o deposita rifiuti ovvero li immette nelle acque superficiali o sotterranee è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da trecento euro a tremila euro”. Se i rifiuti sono c.d. pericolosi, la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio.

Se l’ abbandono o il deposito di rifiuti viene commesso da titolari di imprese o responsabili di enti, in questo caso, viene considerato un reato di natura penale, e, tali soggetti rischiano l’arresto e l’irrogazione di un ammenda.

Le norme descritte puniscono l’abbandono incontrollato di rifiuti, quindi rischia chi lascia spazzatura nelle campagne, per strada ecc.

Il fatto di lasciare un sacchetto di immondizia ovunque, quindi, può considerarsi violazione oltre che della Legge anche delle prescrizioni comunali, in quanto dotati di apposito regolamento sul corretto conferimento dei rifiuti.

Infine, considerato che l’abbandono dei rifiuti comporta il rischio di essere multati pesantemente e che, le amministrazioni comunali nel corso degli anni si sono adoperate con diversi interventi tesi a reprimere questo fenomeno, tra questi l’uso delle telecamere, appare, anche per il bene della collettività, assolutamente sconsigliato adottare questa assurda pratica che, rappresenta a tutti gli effetti un oneroso costo sociale.

 

Lascia un commento

  • (non pubblicato)