Carabinieri Agrigento. Continua senza tregua, in ogni angolo della città, l’azione di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti. Arrestati due giovani del Gambia, trovati in possesso di oltre mezzo etto di Hashish.

Sono stati notati mentre camminavano a piedi in località Villaggio Mosè di Agrigento, con atteggiamento guardingo. Poi alla vista della pattuglia dei Carabinieri, hanno subito accelerato il passo, quasi come per voler evitare un possibile controllo.

Il loro nervosismo però non è passato inosservato ed ha indotto i militari del locale Comando Stazione a fermarli ed a chieder loro i documenti. Dalle successive verifiche, è emerso che i due stranieri originari del Gambia sono attualmente ospitati presso una comunità locale. Visto il loro atteggiamento sospetto, è subito scattata nei loro confronti una perquisizione e dalle loro tasche sono saltate fuori oltre una dozzina di stecche di “Hashish” del peso di più di mezzo etto.

A quel punto, i Carabinieri hanno stretto le manette ai polsi dei due stranieri con l’accusa di “Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, trasferendoli agli arresti domiciliari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La droga complessivamente sequestrata, se ceduta al dettaglio, avrebbe potuto fruttare alcune centinaia di euro.

L’attività svolta, rientra in una forte intensificazione del contrasto al fenomeno del consumo e spaccio di stupefacenti su tutto il territorio di competenza, disposta dal Comando Provinciale Carabinieri Agrigento. Negli ultimi mesi, infatti, sono stati frequenti i blitz effettuati dai militari dell’Arma in vari centri dell’agrigentino, con numerosi pusher finiti in manette ed un ingente e vario quantitativo di droghe sequestrate.

 

sop