I 34 precari ‘storici’ in servizio da anni nell’amministrazione comunale stabilizzati entro il 2019.

E’ questo uno degli aspetti più importanti tra quelli che emergono dalle delibere nn. 70/2018 e 3/2019 adottate dalla Giunta municipale, atti storici e importanti per l’Amministrazione, attesi da tanti anni, che arrivano dopo tanto lavoro, riconoscendo dignità ai tanti lavoratori, portando serenità alle loro famiglie.

“Sono felicissimo e contento come non mai e più di tante altre volte – commenta il Sindaco Mimmo Gueli – L’amministrazione, nel suo insieme per la prima volta, adotta una nuova dotazione organica aggiornando il “Piano triennale del fabbisogno”, con un iter cominciato già nel 2015 e che si è concluso da pochi mesi”.

“Sono stati adottati – continua Gueli – anche il Regolamento comunale per la disciplina delle stabilizzazioni del personale precario in attuazione del D.Lgs.75/2017 e gli avvisi della selezione riservata ai precari dell’Ente per la copertura dei posti in diverse categorie e vari profili professionali.

Strumenti, pubblicati sulla GURS Serie Concorsi n. 2 del 22/02/2019, che hanno consentito dopo decenni, di avviare e concretizzare il processo di stabilizzazione dei lavoratori appartenenti al cosiddetto “precariato storico”, in linea con le norme di riferimento regionali e in applicazione della riforma Madia.

Si tratta di lavoratori che, da anni, attendevano assieme alle loro famiglie e finalmente riceveranno le risposte tanto sperate.

L’attività programmata prevede, inoltre – conclude il sindaco Gueli –  la possibilità, in caso di sblocco delle assunzioni da parte dello Stato di avviare le procedure ordinarie di reclutamento avendone a Disposizione le risorse assunzionali. Un dovere, un atto di responsabilità per l’Amministrazione al termine del mandato di cinque anni di fattivo lavoro. Certamente un gran bel risultato per tutti”.

sop