Mi piace ricordare Gessica la mamma scomparsa innumerevoli volte.

Invisibile da sempre, non si hanno notizie di lei da circa un anno. Una ferita aperta per la città, che poco ha fatto per difenderla prima della sua scomparsa e dopo la sta ricordando a stento, quasi con disagio.

Eppure Gessica andrebbe ricordata così per non ripetere l’errore sulle altre “Gessica” di Favara e non solo. Per le mamme che oggi non riceveranno nessuna carezza, nessun “ti voglio bene”, seppure su questa terra non ci sia titolo più importante di “mamma”.

Non la faccio lunga, non serve,  ognuno di noi la mamma la porta nel cuore, pure il criminale che sa la fine fatta dalla ragazza e non parla.

 

Lascia un commento

  • (non pubblicato)