Il Consigliere Comunale del Partito Democratico Calogero Castronovo invita l’amministrazione comunale a presentare una proposta di modifica del regolamento sui tributi locali nella parte in cui estende il pagamento della tassa rifiuti agli immobili inutilizzati o inutilizzabili, proprio perché essendo sforniti di servizi sono privi di contatori elettrici, allacci alla condotta idrica o a quella telefonica. “Oggi per questi immobili – dice Castronovo – c’è un abbattimento del tributo del 30% mentre il restante 70% incide non poco sulle economie delle famiglie. Ed è un’incidenza eccessiva”. Castronovo ricorda che la Tari è una tassa che va pagata se il servizio è richiesto. “Ovviamente le abitazioni non utilizzate, e a Favara sono migliaia – aggiunge Castronovo -, oltre a non produrre reddito non producono rifiuti diventando un peso per gli stessi contribuenti perché sono soggette in ogni caso al pagamento dell’Imu che essendo una imposta è dovuta a prescindere”.