A Favara, il 15 Novembre scorso è stata azzerata la giunta e nominati i nuovi assessori. Un’operazione politica che non è sembrata, almeno dall’esterno, certamente facile, anzi, al contrario, molto sofferta. Due ex assessori, a tal proposito, hanno rinunciato a dimettersi e la sindaca ha dovuto procedere con il licenziamento. Ma poi lo stesso tempo impiegato per arrivare allo scopo la dice lunga sulle difficoltà incontrate all’interno del Movimento.

Ad ogni modo, con il rinnovo della squadra tutti gli amministrati si aspettavano una musica diversa, servizi migliori, soluzioni ai problemi. A distanza di circa due mesi non si è visto nulla, per i cittadini non è cambiato assolutamente nulla di nulla.

La mia esperienza, intanto, mi dice che pochissimi sono stati, a Favara e altrove, i sindaci così bravi e preparati politicamente da potere affrontare da soli le varie problematiche di una città. Quasi tutti sono stati aiutati dai loro partiti e dalla loro deputazione di riferimento. E’ nelle cose!

Detto questo, ritorno alla nomina della nuova giunta che scontatamente appare nominata per volontà del M5s, se non perché? Lo stesso gruppo consiliare del Movimento ha rischiato di spaccarsi, Sanfratello si è dimesso da capogruppo per un obiettivo ben preciso: cambiare gli uomini e il metodo. I musicisti sono cambiati, ma la musica e sempre la stessa.

Allora sarà accaduto, preciso, preciso, quello che accade nei partiti politici tanto attaccati e criticati dal M5s dell’avvicendamento fine a se stesso? Mi faccio la domanda, ma non so la risposta. Certo è che nulla farebbe pensare che Favara sia governata dai grillini. L’impressione è che Anna Alba sia la candidata eletta e abbandonata dal suo partito di riferimento, tutto ciò a danno dei favaresi, perché da sola può fare quello che ha fatto fino adesso.

A questo punto, si faccia chiarezza, dica il M5s se ancora governa Favara e lo dica senza utilizzare il politichese dichiarando amore e disponibilità per i cittadini, perché anche questo metodo appartiene ai partiti e ai politici tanto criticati dai grillini.

Il volere sapere non è, ovviamente, una curiosità da bar. Noi a Favara siamo sommersi di spazzatura, il bilancio finanziario dell’Ente è una sorta di segreto di Stato, nessuno sa se le entrate coprono la spesa, la viabilità è assolutamente fuori controllo, non mancano neppure le fogne a cielo aperto, per le quali si sono aperti significativi conflitti di competenza, mentre i liquami scorrono in pieno centro abitato, l’abusivismo è la normalità, il riscaldamento nelle scuole, le ville comunali, la piscina e l’elenco potrebbe continuare all’infinito. E allora, diteci!

A fronte del disastro, c’è la stanchezza della gente che paga le tasse e pretende una accettabile qualità di vita.