Ancora serate dedicate al teatro a Favara. Sabato 13 aprile 2019  alle ore 20:30 nel teatro San Francesco sarà la volta dell’Associazione socio-culturale-teatrale “L’uno completa l’altro”.

La-leggenda-di-colapesce-scena1La neonata compagnia teatrale, inserita nel contesto più ampio del Centro culturale Renato Guttuso di Favara, porta in scena l’atto unico “La leggenda di Colapesce” liberamente adattato e tradotto in dialetto da Nancy Mannino e Lucia Milia per la regia di Lillo Montaperto. Quella di Colapesce è  una delle più belle e famose leggende della Sicilia e racchiude in sé l’amore incondizionato che lega ogni siciliano alla sua terra. Non c’è un vero e proprio testo teatrale ma ci sono degli scritti che raccontano proprio delle gesta di Colapesce.

ColapesceUn ragazzo che tutti credevano matto, a cominciare dalla sua stessa famiglia, perché raccontava delle storie incredibili sulle strane creature che vivevano negli abissi. Eppure la sua fama si diffuse ben presto tra la gente, fino ad arrivare alle orecchie del re Federico il quale, incuriosito da questo strano personaggio, volle conoscerlo. Il re lo andò a trovare gli face fare delle immersioni, dopo una di questei Colapesce disse di avere visto la Sicilia poggiata su 3 colonne: la prima completamente integra; la seconda leggermente scheggiata; ma la terza era molto danneggiata, a causa di uno strano fuoco che divampava in fondo al mare. Il re non riusciva a credere alle parole. Dopo l’ennesima immersione Colapesce non sali più, la leggenda. vuole che Colapesce sia rimasto in fondo al mare a sorreggere una delle tre colonne per evitare che la Sicilia sprofondasse.

La leggenda di colapesce scenaA rappresentare “La leggenda di Colapesce” saranno Lillo Montaperto nelle vesti del Narratore, Giovanni Maria sarà Colapesce, Lucia Milia la Madre, Giuseppe Mendolia-Saru, Lillo limblici ‘Ngiliddru, Gloria Vullo-Nella, Daniele e Salvatore Patti I Bambini, Giuseppina Zambito Marsala-Rusalia, Federico Ceresi il Re Federico, Nancy Mannino la Regina, Enzo Pullara il Ciambellano, Giulia Montaperto la Principessa Costanza, Silvia Mendolia la Principessa Virginia, Marta Vaccarella la Sirena.

La serata sarà arricchita dalla partecipazione straordinaria dell’Accademia d’arte e spettacolo Le Muse di Claudia Rizzo con le musiche del maestro Salvatore Sciacca; dell’Accademia Palladium diretta da Lia Minio con le musiche a cura del maestro Graziano Mossuto. Presenta Giuseppe Moscato.

sop

Lascia un commento

  • (non pubblicato)