Si avvia a conclusione il progetto UE “Tartalife – Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale”, finanziato dall’Unione Europea con il contributo, pari al 75% del budget totale, dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea. Ad Alberese (GR), nella sede del Parco Regionale della Maremma, i partner del progetto si sono riuniti per fare il punto della situazione dopo varie campagne di informazione e sperimentazioni finalizzate alla riduzione dell’impatto dei sistemi di pesca professionale sulla popolazione mediterranea della Tartaruga marina Caretta caretta, specie prioritaria inserita nella Direttiva “Habitat” e protetta da numerose Convenzioni internazionali.

    L’incontro è iniziato con la riunione del comitato di pilotaggio, guidato dal CNR-ISMAR (ente capofila) per l’esame delle varie azioni del progetto e dei suoi risultati. Successivamente è stato il monitor di progetto (in rappresentanza della Commissione Europea) a verificare lo stato del progetto dal punto di vista tecnico e amministrativo. All’incontro hanno partecipato anche i funzionari del Settore Ambiente del Libero Consorzio Comunale, partner del progetto comunitario, e i rappresentanti di CNR-ISMAR, Ente Parco Nazionale dell’Asinara, Fondazione Cetacea, AMP Isole Egadi, Legambiente, AMP Isole Pelagie (Ente Gestore Comune di Lampedusa e Linosa) e Consorzio UNIMAR.
    Positiva la valutazione delle azioni, comprese quelle gestite dal Libero Consorzio, che ha portato a termine il programma di educazione ambientale “Scopri-Tarta”, i programmi di informazione e sensibilizzazione Tartaworld sulle spiagge agrigentine e le diverse edizioni del Tarta-day e attivato gli sportelli informativi per gli operatori professionali della pesca per informazioni e consulenze relative ai Fondi FEAMP.
    E’ previsto per il prossimo mese di settembre il convegno conclusivo del progetto, che si svolgerà ad Ancona e al quale parteciperanno, oltre i rappresentanti dei partner, esperti e biologi marini.
    Le azioni, i dettagli e le news sul progetto possono essere consultati sul sito internet ufficiale www.tartalife.eu, accessibile anche dalla home page del Libero Consorzio Comunale di Agrigento www.provincia.agrigento.it
sop