Prima di nominare i nuovi assessori e rilanciare l’attività amministrativa della nuova Giunta, Anna Alba ha espresso la volontà di aprirsi alla città

A sua volta, penso che la stragrande maggioranza di cittadini sia pronta ad aprirsi alla sindaca.

Ora, il problema sta su quanto tempo devono stare i favaresi con le braccia protese. Il 28 Giugno scorso si sono dimessi gli assessori Pecoraro, Sciortino e Vaccaro, sono trascorsi otto giorni, un tempo abbastanza lungo considerato che Favara non ha una Giunta e nulla può essere deliberato. Inimmaginabile perdere altri giorni o settimane. Varrebbe a significare, altra perdita di tempo, e che per la sindaca la mancanza della Giunta non è un problema.

Ma non sarà così. Per quanto poco possa conoscere Anna Alba, sono convinto che nel volgere di pochissimi giorni chiuderà la crisi politica.

A due anni dalla scadenza del mandato elettorale, per la sindaca la prossima prova a rilanciare la sua amministrazione sarà quella definitiva. Adesso o mai più.

Dovrà davvero e senza ulteriori indugi arrivare il nuovo, dall’organizzazione del personale comunale alla migliore erogazione dei servizi. Si riparte da zero o quasi e sarà corsa a recuperare i ritardi. I cittadini, dicevo, sono pronti alla sfida.

Nessuno è, comunque, disponibile a tollerare altri fallimenti politici. Saranno due anni di piena collaborazione se a profilarsi sarà il risanamento amministrativo o due anni di inferno per tutti e principalmente per la sindaca nel caso si confermasse l’attuale fallimento.

Ottimista per natura, sono convinto che Anna Alba saprà cavarsela e saprà dimostrarcelo già con la nomina dei nuovi assessori.

Lascia un commento

  • (non pubblicato)