L’amministrazione comunale di Favara contesta il servizio reso dalle ditte che gestiscono il servizio di igiene pubblica e avvia il procedimento delle penali.

La prima contestazione, domani, ci dice l’ingegnere Alberto Avenia, se ne avvierà un’altra, riguarda il “mancato spazzamento e discerbamento di Via San Bartolomeo, Via Bersagliere Urso, Via Archimede e traverse, Piazza Capitano Vaccaro, Via Umberto, Via Regina Margherita, Via Vittorio Emanuele, Via De Gasperi, e Case popolari e traverse, Via Baronessa Mendola, Via Don Milani e traverse, Piazza Don Giustino.

Per la mancata raccolta in Via Zanella, Via Reale e traverse.

 

Nella contestazione di legge anche “si è constatato l’assenza totale dei vostri operatori”.

Le detrazioni dovute dalle penali saranno effettuate per il pagamento del mese di Luglio.

 

Avevamo ragione noi nel sostenere che la città è sporca anche per colpa di un servizio reso male.

sop

Lascia un commento

  • (non pubblicato)