E’ prevista per stamani, 9 agosto, intorno alle ore 12.15, sulla spiaggetta antistante il locale “Aquaselz” di San Leone (accanto al molo di levante del porticciolo) la liberazione di una Tartaruga marina curata nel Centro di Recupero Fauna Selvatica di Cattolica Eraclea.

Si tratta di un piccolo esemplare recuperato proprio a San Leone grazie alla sensibilità di un diportista che l’ha immediatamente affidata alle cure esperte degli operatori del Centro. La liberazione sarà effettuata con il supporto logistico del Mediterraneo Yachting Club che ha gentilmente messo a disposizione un gommone per il rilascio dell’esemplare di tartaruga marina.

La liberazione si inquadra nell’ambito delle iniziative della giornata “Tartaday” dedicata alla Tartaruga marina Caretta caretta, specie prioritaria a livello mondiale e inserita da tempo nella Lista Rossa dello IUCN (International Union for Conservation of Nature) tra le specie a rischio di estinzione.

La giornata è organizzata a livello nazionale dai partner del progetto LIFE “Tartalife -Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale” (LIFE12 NAT/IT/000937), finanziato dall’Unione Europea con il CNR-ISMAR ente capofila. La liberazione della tartaruga marina a San Leone è organizzata dallo staff del Libero Consorzio Comunale di Agrigento, partner del progetto comunitario, con la partecipazione della Ripartizione Faunistico Venatoria di Agrigento, alla quale competono le autorizzazioni al rilascio della fauna selvatica riabilitata nell’ambente naturale.

sop