La comunità di Favara, in testa la sindaca Anna Alba, si è stretta attorno la famiglia di Gessica Lattuca la giovane di Favara, mamma di quattro bambini scomparsa nel nulla esattamente il 12 agosto di un anno fa.

Una Messa è stata celebrata ieri sera nella chiesa della parrocchia Santi Pietro e Paolo voluta da don Marco Damanti. “Un giorno di memoria e di ricordo – ha detto – ma anche un giorno per scuotere le coscienze. Come comunità vogliamo che il caso Gessica non sia dimenticato ma chiediamo che le coscienze sappiano dire la verità”. In prima fila la mamma Giuseppa Caramanno e il papà Giuseppe Lattuca, tra i banchi anche il comandante della Tenenza dei Carabinieri di Favara Giovanni Casamassima e tante persone che hanno voluto dare conforto ad una famiglia distrutta dal dolore.  Di Gessica Lattuca si sono perse le tracce la sera del 12 agosto 2018 tra i vicoli che da piazza Angelo Giglia portano in piazza Cavour.

Nel corso di quest’anno di indagini, portate avanti da Carabinieri della Tenenza di Favara, del Nucleo Investigativo del Operativo coadiuvati anche dai RIS, con il coordinamento del procuratore aggiunto Salvatore Vella e del sostituto Paola Vetro, si è parlato di giro di prostituzione, di traffico di droga, ma nulla è ancora emerso che faccia risalire alla scomparsa della giovane mamma. Investigatori ed inquirente continuano a scavare nella vita della giovane, hanno effettuato diversi interrogatori ed audizioni a familiari, amici e conoscenti. L’unico indagato resta l’ex compagno Filippo Russotto, per lui i capi di imputazione vanno dal reato di maltrattamenti in famiglia all’occultamento di cadavere, ma anche di sfruttamento della prostituzione.