La fiera di Ferragosto a Favara si caratterizzava per l’esposizione degli attrezzi agricoli e per la vendita di bestiame, dalle galline ai cavalli. Negli ultimi anni la fiera del bestiame ha subito il fermo imposto dalle normative su questo tipo di esposizione e vendita.

Oggi, nella Favara abusiva, ormai meta di ambulanti che arrivano pure con i barconi dall’Africa attirati dal tutto gratis e dalla mancanza di controlli, si è svolta una piccola fiera del bestiame, precisamente, in via Capitano Callea.

Occupazione abusiva di suolo pubblico, evento non autorizzato, maltrattando animali (lo scatto mostra povere oche ristrette in una piccola sudicia gabbia), vendita abusiva e l’elenco è lungo.

Ovviamente, la vendita è avvenuta nella totale assenza di controlli. Niente controlli, niente di niente. Del resto, ormai tutti sanno che a Favara non ci sono controlli e tutto si può fare. E’ una sorta di zona franca che attira, dicevamo, abusivi da ogni altra città.

sop